giovedì 11 ottobre 2007

Pasqua

La grazia di Pasqua è un grande silenzio, una tranquillità immensa e un senso di pulito nell’anima. È il sapore del cielo, ma non del cielo di una violenta esaltazione. La visione di Pasqua non è orgia ed ebrietà di spirito, ma la scoperta di un ordine sopra ogni ordine, scoperta di Dio e di tutte le cose in Lui. È un vino senza ebrietà, una gioia che non nasconde alcun veleno. È una vita senza morte. Quando l’avremo gustata per un momento, saremo subito in grado di vedere e di vivere tutte le cose secondo la loro verità; e possederle nella loro sostanza nascosta in Dio, oltre tutti i sensi. Il desiderio si aggrappa invano alla veste, alle caratteristiche esteriori delle cose, ma la carità le possiede nella semplice profondità di Dio.

Thomas Merton, Il segno di Giona, pag. 341

Nessun commento:

Posta un commento