giovedì 13 dicembre 2007

Il bus come mezzo di trasporto a Dio

Questa mattina, come al solito, ho preso il bus per andare al lavoro. Stavo ripensando all'altra sera, all'incontro di catechesi coi giovani, e a domenica prossima, giornata di ritiro sempre coi giovani. Tema dell'altra sera era in fondo questo: quanto contiamo su Dio e quanto invece su noi stessi?
Invece delle solite 4-5 persone, questa mattina sul bus c'ero solo io e l'autista (vado a lavorare presto). E pensavo... io non sto 'andando' a lavorare. In realtà mi faccio portare da un altro al lavoro. Mi affido all'autista, alla sua conoscenza della strada, alla sua capacità di guidare, se adesso gli succede qualcosa la mia vita dipende da lui. Ho fiducia in lui.

E non è la stessa cosa con Dio? Se ho deciso di salire sul suo bus (la fede) allora significa che mi devo realmente fidare di Lui, e lo devo fare fino in fondo. Lui sa dove è meglio che io vada, sa meglio di me qual'è la strada migliore per arrivarci, e sa guidare il suo bus meglio di me, è il suo mestiere, e lo fa da un'eternità!

Pace e benedizione a tutti

7 commenti:

  1. Ciao, grazie per il commento. Si' anch'io vado a lavorare presto in bus. Tra l'altro in questo periodo sto sentendo le puntate di Alle otto della sera su "L'esercito del Papa" di Gianfranco Vidercoschi
    http://www.radio.rai.it/radio2/alleotto/ignazioloyola
    Quindi sono in tema con il tuo post anche se io non ho scelto di salire sul bus di Dio.
    Un caro saluti,

    RispondiElimina
  2. È tanto tempo che non riesco più a sentire Alle otto della sera. Me la ricordo come una bella trasmissione, anche se molto dipende dal conduttore. Mitiche, a mio avviso, le puntate di Elio sul De Bello Gallico.
    Quanto poi a chi è salito sul bus e chi no, penso che quando sarà il momento avremo delle belle sorprese. D'altra parte Gesù stesso ci ha detto che saremo giudicati SOLO sulle opere, e non sulle parole.
    Pace e benedizione

    RispondiElimina
  3. Ciao, grazie per le belle parole lasciate sul mio blog e sul "bus"!!! Hai perfettamente ragione..anch'io sto cercando di fidarmi totalmente di Dio, non esiste altra strada! E' difficle e ci si arriva pian piano...però ..quando hai delle giornate dove vedi la Sua mano su di te...allora tutto brilla di una luce meravigliosa! Grazie!!!

    RispondiElimina
  4. E rieccomi...(non mi ero accorta dell'altro commento)
    strano che sia illeggibile..sarà una visulizzazione errata...chilosa!
    Sai..se ho messo questi documenti è perchè mi trovo sempre a scontrarmi con dei cattolici che mettono troppa politica nella fede, che hanno deciso che per essere un bero cattolico devi essere di destra....
    io non sono di questa opinione...
    la politica? Deve starne fuori..strumentalizzare la Chiesa per i propri interessi è assolutamente vergognoso!! Un sorriso e....mi sto gustando i truoi blog!!...cercherò di imitarti!!

    RispondiElimina
  5. Cara "Lectio Continua", grazie per le tue parole.
    Sul problema "politica" io penso che la nostra tendenza sia, come dici tu, di mettere troppa politica nella fede, quando bisognerebbe mettere più Fede dentro la politica.
    Non ci può essere una morale in politica, una nella fede, una negli affari, ecc. ecc. Una persona che si comporta così o è schizofrenica, o non ha nessuna morale
    Pace e benedizione

    RispondiElimina
  6. Tema fondamentale quello della fede... e purtroppo quante volte mi è capitato di buttarmi dal bus in corsa!!! :-((
    Spero che si fermi e mi aspetti alla fermata successiva...

    RispondiElimina
  7. Penso che più o meno tutti quanti o ci siamo buttati dal bus in corsa, o siamo scesi alla fermata sbagliata, o addirittura ci siamo rifiutati di salire.
    Però ho sperimentato che l'Autista è molto bravo e paziente, e continua a passare e ripassare. E per venire a prenderti non esita, a volte, anche a fare deviazioni dal percorso previsto (da chi poi???)
    ;-)
    Pace e benedizione

    RispondiElimina