martedì 22 gennaio 2008

Sulla crisi di governo e voto di fiducia

In genere non mi piace parlare di politica, però questa sera sentivo un'intervista al governatore della regione Friuli-Venezia Giulia, Riccardo Illy. Ad una domanda sull'attuale crisi di governo e sul prossimo voto di fiducia in parlamento, ha risposto dicendo che siccome siamo prima della metà della legislatura, e il diritto al vitalizio per gli eletti scatta solo dopo metà legislatura + un giorno, lui pensa che anche questa volta, con voto da parte di partiti di governo e con assenze strategiche da parte dell'opposizione, il governo non cadrà e quindi non ci saranno elezioni anticipate.
Sarà anche cinico, ma penso che abbia ragione. Putroppo è questa la classe politica che abbiamo votato, ma d'altra parte i politici sono lo specchio degli italiani.

Pace e benedizione

7 commenti:

  1. "ma d'altra parte i politici sono lo specchio degli italiani"

    E' vero, alcune volte mi diverto ad ascoltare il lamentarsi della gente e a stilare una sorta di classifica tra i lamentii più diffusi. Ormai ho appurato che al primo posto c'è "guarda che razza di politici" ( subito a ruota "i giovani ormai sono solo una generazione di svitati, svogliati e immaturi" ) come se approdassero sulla terra da qualche strano pianeta (abitato solamente da politici molto probabilmente :-) ) e non da una società infruttuosa di grandi uomini, cosa di cui si è responsabili un pò tutti.

    RispondiElimina
  2. Io invece notavo gli auspici per l'anno nuovo, o per il Natale, tutti a chiedere qualcosa dall'esterno. Come se la pace, la tolleranza, la gentilezza, l'accoglienza dipendessero solo dagli altri o da chissà che cosa. Nessuno che si rendesse conto che per le cose l'unica cosa è chiederla a noi stessi per primi. E solo quando noi siamo realmente pacificati, tolleranti, gentili, accoglienti, allora possiamo SPERARE che inizini a diventarlo anche gli altri.
    Pace e benedizione

    RispondiElimina
  3. Anche il cinico Marco Travaglio qualche mese fa a Firenze ci ha detto: "Tranquilli, il governo non cade perche' molti parlamentari non hanno ancora maturato la pensione!"

    Ti segnalo questo post dell'amica Erica che penso ti possa interessare:
    http://blog.pupazzipensieri.it/2008/01/tettamanzi-o-bagnasco.html

    Coraggio (e' la mia versione di "pace e benedizione" ;-) )

    RispondiElimina
  4. Io sono malata di politica, e questa storia mi opprime davvero.
    Non mi sorprenderebbe se alcune assenze strategiche salvassero Prodi. Ma mi chiedo: fino a quando?
    Posso inserirti tra i blog amici del mio? Ho visto che tu lo hai fatto
    grazie
    ciao marina

    RispondiElimina
  5. Cara Marina, io ritengo la politica una cosa molto importantissima ;-), però quella italiana attuale mi fa venire il vomito. Rimpiango i tempi di Berlinguer, Moro, Almirante (così ho toccato tutto l'arco parlamentare). E ti dirò che in questi giorni anche un DeMita sarebbe meglio dei politici attuali (il che è tutto dire).
    Tu ti chiedi fino a quando. Proseguendo nel ragionamento, penso fino a che è passato il minimo per la pensione. :-(
    E intanto il paese va sempre più nella m***a.

    Per quanto riguarda il link se a te fa piacere mettilo. Io mi sono permesso di mettere il tuo perché il tuo blog mi piaceva.

    Pace e benedizione

    RispondiElimina
  6. Che ne diresti invece se per una volta non dimostriamo l'orgoglio di essere italiani e diamo un segnale forte: ASTENIAMOCI!!! Solo per dare un messaggio che noi NON VOGLIAMO COMPIACERE gli attuali politici... oppure dobbiamo continuare a fare i soliti pecoroni a votare per questo o quello come se niente fosse?

    RispondiElimina
  7. Caro sPunto, a parte il fatto che nella fase attuale l'unica cosa che possiamo fare, purtroppo, è stare a guardare i senatori che votano, la cosa in sé mi tenta.
    Però sono molto dibattuto. L'astenzione alle elezioni mette tutte le decisioni in mano agli altri. Però d'altra parte di questa classe politica non ne posso più. Sinceramente nella pratica non trovo nessuna differenza tra destra e sinistra, entrambe fanno esclusivamente i propri interessi più biechi, e dell'Italia se ne strafregano, per non parlare poi degli italiani.
    La situazione è veramente tragica, o forse comica ;-)
    Pace e benedizione

    RispondiElimina