mercoledì 6 gennaio 2010

Effetti delle ferie

Non guardo quasi mai la televisione, non per piaggeria ma perché ho altro da fare. Non ne sento la mancanza, né mi sento un alieno, anzi ne sono contento. Però in questi giorni di ferie mi è capitato ogni tanto di darci un'occhiata (però dopo 5/10 minuti mi rompevo) e ho notato una cosa.
Prima delle Feste: tutto un parlare di cenoni, di mangiare e bere, di cibi e abbuffate varie;
dopo le Feste: tutto un parlare di diete, palestre e chili di troppo.

Ora io mi domando, ma sapersi gestire no? Trovare la giusta via nelle cose no?
Ma perché questa società prima ti fa sentire in colpa se non fai delle mangiate pantagrueliche e poi ti fa sentire in colpa perché le hai fatte?

A me sembra che ci sia una schizofrenia galoppante

PS: io non ho fatto nessuna mangiata pantagruelica, magari mi sono concesso qualche cibo un po' diverso dal solito, ma nelle dosi normali. E adesso non ho bisogno di buttare altri soldi in nessuna palestra. Mi sa che tra un po' mi sbattono o in prigione o in manicomio ;-)

2 commenti:

  1. purtroppo le mezze misure mancano nella concezione dell'uomo moderno. O tutto o nienteè diventat una regola di vita ormai. Ahimè!

    RispondiElimina
  2. Dimenticando secoli di saggezza. Non so perché ma mi vengono in mente due citazioni latine:
    "In medio stat virtus" e
    "Est modus in rebus"
    Ribadisco che mi pare una società sempre più schizofrenica
    Pace e benedizione

    RispondiElimina