mercoledì 27 gennaio 2010

Piccola ricetta

A me il miele piace molto. Preferisco in genere i mieli 'amari'. Il mio preferito è la 'melata di bosco', segue poi il miele di castagno. Une vera rarità è il miele di pino: un bel colore verde, e quando apri il barattolo si spande un profumo che ti sembra di essere in una pineta. Ne bastano pochi cucchiai che ti passa anche la tosse più ostinata.

Essendo i miei figli a conoscenza di questa mia passione (sono l'unico a casa che mangia miele) mi hanno regalato un vasetto di miele di marasca. È un miele che l'anno scorso ha vinto il premio di miglior miele italiano. Ha un colore chiaro, un sapore di ciliegia selvatica (le marasche). Ha certamente un suo fascino, ma non incontrava i miei gusti (troppo dolce). Fino a che non ho seguito il consiglio che il produttore aveva dato loro: "mangiatelo sulla ricotta".

Ho messo sul piatto un bel po' di ricotta, ci ho 'versato' sopra un cucchiaio di questo miele. Ho assaggiato il tutto ..... veramente sublime!!!!!!

A questo punto ho provato anche con altri formaggi (il miele sul formaggio è ottimo, dipende però sia dal tipo di miele e dal tipo di formaggio). Ma non era la stessa cosa, anzi alcuni accoppiamenti proprio non ci stavano.

Buon appetito a tutti

2 commenti:

  1. Anche a me piacciono i mieli "amari".
    La melata di bosco non l'ho mai assaggiata e tanto meno quello di abete e di marasca. Ma dove si trovano?
    La ricotta poi mi fa impazzire.

    RispondiElimina
  2. Quello di marasca che io sappia si produce solo qui nella zona di Trieste. Essendo le piante di marasca ormai piuttosto rare, la produzione non è molto elevata. Qui a TS lo trovo, oltre che dai produttori, anche in alcuni supermercati.
    La melata di bosco (a volte la chiamano anche solo 'melata') è quel miele che non deriva dal polline dei fiori, ma dalla secrezione zuccherina di insetti, mangiata dalle api che poi producono questo miele 'particolare'. Io lo trovo al supermercato.
    Quello di pino lo trovavo anni fa in Slovenia, ma purtroppo sono almeno 5 anni che neanche là lo trovo più. Una volta lo si trovava anche presso alcuni produttori artigianali del tarvisiano, ma ormai neanche da loro l'ho più trovato. Peccato.
    Se hai occasione prova un pecorino sardo a medio-bassa stagionatura con sopra un velo di melata: è un'altra prelibatezza.

    RispondiElimina