domenica 18 aprile 2010

Una lezione inaspettata

Come dicevo oggi ho celebrato il battesimo del bambino singalese. È stata l'occasione di una bella lezione.
All'inizio ho dato ai genitori e ai padrini il testo del rito e delle letture in inglese, chiedendogli se, viste le difficoltà, gli faceva piacere se avessi fatto tutto in inglese. I genitori, con un ampio sorriso, mi hanno detto: "No, siamo in Italia e allora è più giusto fare tutto in italiano"
Pensavo di accogliere e invece sono io che mi sono sentito accolto.

2 commenti:

  1. Grazie per il tuo tempestivo commento. Mi mancavano!! Si, finalmente si riparte!!
    Pure io mi recherò il prossimo mese in pellegrinaggio verso la Sindone. Sono già emozionato nel poter riosservare per la terza volta il prezioso lino.. e nel contempo potermi fare una serena visita di Torino.. una città che sa regalare inaspettate emozioni ai visitatori (specialmente in periodi primaverili)

    RispondiElimina
  2. Invece per me era la prima volta.
    In effetti Torino col sole dona proprio una bella impressione.
    Pace e benedizione
    Julo d.

    RispondiElimina