domenica 5 dicembre 2010

Seconda domenica d'Avvento

Ci sono alcune pagine del vangelo che devo confessare faccio fatica a leggere, e non perché mi sono dimenticato di mettermi gli occhiali, ma perché, proprio come dice la lettera agli Ebrei, sono una spada a doppio taglio che “penetra fino al punto di divisione dell’anima e dello spirito, delle giunture e delle midolla e scruta i sentimenti e i pensieri del cuore” (Eb 4,12). 
Quella di oggi è una di queste pagine. Giovanni Battista predica a tutti il suo appello: “convertitevi” ma a me viene sempre da leggere “convertiti!!!”. Si, mi sento sempre bisognoso di conversione.
La conversione non avviene una volta per sempre. È un processo continuo. Ogni giorno abbiamo bisogno di convertirci. Ogni giorno i fatti della nostra vita, il male che esiste nel mondo, cercano di portarci fuori strada, di farci deviare dal nostro cammino.
Da un po’ di anni si usa il navigatore satellitare, adesso lo hanno messo persino nei telefonini. Devo dire che anch’io ce l’ho e in un paio di occasioni mi è stato veramente utile, soprattutto quando mi sono trovato a girare in macchina in una città che non conoscevo o a dover fare una strada che non ricordavo bene.
Ma questo anche se sembra una novità, in fondo non lo è. Dio sa benissimo che abbiamo la tendenza a sbagliare strada e che quindi tutti noi abbiamo bisogno di un navigatore satellitare che ci indichi la strada giusta, che ci avverta dove e quando svoltare. E ce lo ha regalato: e la Bibbia, è lui stesso nella persona di Gesù. 
Ma sa anche che, come tutti i nostri navigatori, c’è bisogno di aggiornare le mappe, sa che strade nuove vengono tracciate ogni giorno, che strade vecchie vengono dismesse quando non cancellate.
Ed allora il Signore ci ha anche indicato il metodo per ‘aggiornare le mappe’: la preghiera, il dialogo costante e fiducioso con Lui. Dialogo che ci aggiorna, che ci ricrea. Cioè, in una parola, che ci converte.

1 commento:

  1. Anche io mi sento tra quelli in fila per esser battezzati da Giovanni Battista pur se lo confesso molte volte mi scordo di aggiornare il "navigatore satellitare" (talvolta anche volutamente)

    RispondiElimina